di Donata Bonometti
EVENTI
museo arte quadri
cane gatto animali
diritti umani persone

NOI COSÌ

IL PAESE DEI BACHI DA SETA E ALTRE RARITA'

testo di Mario Muda Ci sono storie comuni che sono la narrazione di una civiltà. In genere sono storie di povertà e miseria, perché la fame antica è un po’ come la lingua che parli, il tuo dialetto. Lo declini, lo cambi, ma poi riaffiora e rivela da dove arrivi e come hai vissuto. Ci sono parole che passano di bocca in bocca, segnano epoche e travalicano confini, in questo modo scopri che quei racconti hanno fatto più passi di quanto credessi, hanno più tempo di quanto potessi immaginare, hanno scardinato più frontiere di quelle degli atlanti. E così, se in una giornata di fine maggio privilegi una festa a Cartosio, dove il Monferrato se la tira già un po’ da Langa per le colline larghe, può

IRMA, 93 ANNI, STAR D'AFRICA

testo di Donata Bonometti Allora. Parliamo di terza e quarta età. Una specie di categoria sociale al centro di dibattiti, riflessioni,trattati. L'America ha coniato il termine Potere Grigio per sottolineare quanto sia presente e quasi invadente nel suo protagonismo questa umanità che ha apparentemente smesso di essere attiva e produttiva. Filosofi e sociologi, psichiatri e politici osservino questa foto e le altre in tema che trovate a bizzeffe in rete, dove compare una signora di 93 anni: con i suoi acciacchi, le sue stanchezze e il suo trolley rosso, è fotografata in una notte del passato freddo inverno mentre sta prendendo l'areo per il Kenya. Non per andare a scaldarsi le ossa in un vil

GLI SCACCHI PER FARE AMICIZIA IN PIAZZA

testo di Maria Cogorno Gli scacchi fanno bene alla salute della mente e dell'umore? Sono occasione di incontro e di scambio? Esemplare la storia di Marostica cittadina veneta, che ha una scacchiera disegnata nella piazza principale dove, da sempre, nel secondo week-end di settembre degli anni pari, si fa rivivere la vicenda della figlia del Castellano di Marostica e dei due giovani Rinaldo d’Angarano e Vieri da Vallonara, che si contendono la mano della bella Lionora. E sono migliaia gli spettatori che si prenotano per quella magica partita che vede, come pedine, uomini e donne in abiti d'epoca. A Genova, in tono minore e meno spettacolare, si pensa agli scacchi come un modo per far uscire

PER SALVARE I CANI DAL BANCHETTO CINESE

testo di Diana Letizia Dieci giorni di cani e gatti cucinati al vapore per essere mangiati in Cina al “festival di Yulin”. Inutile scriverlo in maniera diversa: le cose stanno così. E per arrivare a essere il cibo per cui si svolge questo evento, gli animali prima di diventare un piatto attraversano un percorso di soprusi e violenze. Una manifestazione che dal 2009 va avanti secondo una “tradizione” che viene puntualmente smentita dalle autorità cinesi e sminuita come un “fenomeno locale non autorizzato”. Ma i cani e i gatti che vengono uccisi per essere poi appunto destinati ai banchetti per le strade di questa cittadina nel sud del paese, ancora di più per questa tolleranza e assenza di co

SUL PODIO I GUERRIERI DELLE MALATTIE RARE

testo di Sabrina Burlando Giovani e pieni di energia sono gli eroi dei nostri giorni e chiedono di non essere lasciati soli. Si chiamano Michele, Martina, Matteo e, insieme a tanti altri e alle loro famiglie, costituiscono un esercito di guerrieri che non arretrano davanti agli ostacoli di una malattia rara ma lottano quotidianamente per realizzare i propri sogni e conquistano talvolta risultati incredibili. Il loro coraggio e la tenacia diventano così uno sprone per tutti quanti si trovano ad affrontare piccole o grandi difficoltà, spesso disorientati da una società carente di valori e punti di riferimento. Questi ragazzi sono i protagonisti di tre premi nazionali che sono stati riconosciut

IL GIRO DEL MONDO IN 35 CORISTI

’ testo di Ernesto Palummeri Siamo forse tutti uguali? Lingua parlata, colore occhi, pelle, abitudini, radici: beh, quelli sono differenti. Ma sentimenti, emozioni, l’amore, la paura: come ci rendono uguali! Però li manifestiamo in modo differente, perché siamo uomini con culture diverse. Come allora riconoscerci, comprenderci, e quindi poterci accettare? Quali vie percorrere? Pittura, scultura, letteratura, la musica, il ritmo, lo sport, il canto sono le grandi autostrade sulle quali possiamo incamminarci per capirci e convivere, “in”-contrandoci, non “s”-contrandoci. Ecco che un coro canta le più belle musiche, frutto del patrimonio dei vari popoli della terra, usa tutte le lingue, suona m

SAREBBE DIVENTATO "PAPA GALLO"?

testo di Donata Bonometti Se ne andava alle cinque e quarantacinque del pomeriggio, circondato dai suoi ragazzi, da don Federico, dalla Lilli, dai nipoti, dagli amici fraterni di una lunga vita. Ottantaquattro anni in cui don Andrea Gallo aveva tanto combattuto ma anche tanto gioito. Avevano quasi bisticciato per alternarsi tutti attorno al suo letto ma troppo piccola la stanza, ancora tale e quale dopo cinque anni. Piccola ma affacciata sulla vastità del mare e sulla simbolica Stazione dei Mille, luogo di partenza delle navi cariche dei poverissimi di un tempo, dei croceristi gaudenti di oggi. La sua camera da letto in realtà era al piano di sopra ma nelle ultime settimane, fiaccato dal c

TRA LIBRI E TROTTOLE MAESTRI PER SEMPRE

testo di Donata Bonometti In tempi in cui l'insegnante, figura nobile e cosi pregnante nella vita di tutti noi, è protagonista di filmini che girano sulla rete, dove si mortifica chi sta in cattedra da parte di alunni spaventosi come le loro riprese, vorrei parlarvi di due maestri, in pensione da anni: due persone anziane che continuano la loro opera educativa per i bambini che non incontrano piu fra i banchi ma che stanno tutti seduti, compostamente, nell'aula dei loro ricordi Due maestri che abitano molto distanti l'uno dall'altro, uno in provincia di Genova e l'altro in una cittadina della Basilicata, ma che sono molto vicini nel modo di pensare e di agire a favore di bambini. Per do

SLEGATI IN 5000. IN NOME DI BASAGLIA

testo di Marcello Zinola Sono (apparentemente) dei “non luoghi” da anni. Vuoti, abbandonati, solo in parte riutilizzati, che si ostinano a volere rimanere dei "luoghi”, dove altre diversità e disperazioni cercano appunto “un luogo” per dormire, farsi una bella fumata, rubare un’ora di sesso da descrivere poi su un muro con un graffito o una scritta minacciosa. Sono gli ex manicomi di Genova Quarto e Cogoleto, unica realtà metropolitana, quella di Genova, ad avere avuto due strutture di questo tipo arrivate ad ospitare complessivamente sino a 5000 pazienti. Quarant’anni dopo la 180, la cosiddetta legge Basaglia, approvata il 13 maggio del 1978 in pieno caso Moro (con un “vecchio” Dc come re

Ultimi
post

CATEGORIE

ULTIMI POST

DATA

  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle

© 2107 Pieni di giorni

 Ci riserviamo il diritto di cancellare ogni commento che riteniamo inopportuno se non addirittura offensivo dichiarando fin d’ora che non ci riteniamo responsabili di affermazioni lesive nei confronti di terzi.