di Donata Bonometti
EVENTI
museo arte quadri
cane gatto animali
diritti umani persone

NOI COSÌ

DIRITTO ALL'ELEGANZA PER DONNE SPECIALI

testo di Annalisa Rimassa La ragazza ha i tratti delicatamente infantili della sindrome di Down. Eppure, con comprensibile soddisfazione, sfoggia una borsa di marca costosa e per pochi. Nello stesso scenario, una coetanea costretta sulla sedia a rotelle indossa un abito invidiabile per colori e fattura. Sono belle quelle donne. Si fanno beffe delle forme imperfette e procedono sulla via dell’uguaglianza con una marcia in più: il sentirsi a posto. Perché negarsi questo piacere? Perché l’effimero trendy non può atterrare in un forte messaggio sociale che rifiuta l’esclusione, anche nella moda, dei disabili? È la provocazione a cui ha risposto l’istituto Duchessa di Galliera, in viale Aspromont

LA TERAPIA NELLA PANCIA DELLA VELA

testo di Donata Bonometti Pole Pole, in swhaili , lingua bantu,significa... piano, lentamente. E cosi, non casualmente, è stata battezzata una barca a vela ormeggiata in porto antico a Genova, ma ora in partenza per un viaggio di 40 giorni da Sanremo a Trieste imbarcando ogni tre giorni, per ogni tappa, ragazzi affetti da autismo. Pole pole è la barca adatta per questa impresa con un curriculum di tutto rispetto: è già di per sè una sorta di piattaforma mobile per incontri e laboratori sul versante psicoterapeutico. Ancorata o in viaggio accoglie nella sua pancia, cullata dalle onde (riferimenti che l'incoscio apprezza assai) chiunque abbia bisogno di ritrovare un po se stesso, lavorando s

DONATORI DI MUSICA IN OSPEDALE

testo di Donata Bonometti La sala d'attesa dell'ospedale diventa il palco per ospitare un pianoforte a coda, un microfono. Una soprano, un pianista. La platea è formata da pazienti oncologici del reparto, i loro parenti, gli operatori socio sanitari, i camici bianchi, ma anche i volontari che vi si aggirano. I pazienti che riescono a raggiungere la sala d'attesa, i pazienti che, non avendone le forze, tengono aperte le porte delle camere dove la musica prendendo il largo, arriva, approda. Sarà la storia di Madame Butterfly o di Norma a proiettare tutti quanti in una dimensione molto intima, quella saletta d'aspetto di solito carica di dolore o di speranza, e per questo molto emozionante se

RADIO MARELLI DA' VOCE ALLA SHOAH

testo di Stefano Villa Il pomeriggio è già estivo, ma a Lino Costa gela il sangue quando alla radio sente Mussolini dichiarare guerra alla Francia e all’Inghilterra mentre la folla di piazza Venezia mescola urla di giubilo e applausi alla stentorea retorica del duce. Lino non riesce proprio a crederci. Ha solo 17 anni, ma suo padre ha vissuto in prima linea come portaordini bersagliere la Grande Guerra e gliene ha raccontato le atrocità e il sangue, dalle trincee a Caporetto alla battaglia del Piave, perciò il ragazzo sa già che la guerra è una tragedia. Quella cominciata per l’Italia il 10 giugno 1940 sarà lunghissima e terribile, altro che la “guerra dinamica, rapida e qualitativa” esalta

MESSA LAICA,OGNI MERCOLEDI,CON STRISCIONI

testo di Paolo Fasce Da qualche tempo presenzio a questo incontro settimanale. Che avviene nel tardo pomeriggio sempre di mercoledi e si chiama L' Ora in Silenzio della Pace. Non tutte le settimane, invero. Lo faccio quando posso. Mi è capitato di riuscirci per due settimane di fila. Ma non più di due. In un caso, mi sono anche dato da fare per promuoverne il successo, avvenuto in un’occasione quando ho raccolto l’appello di Giampaolo Chiappini, già ricercatore al CNR, che sconsolato su un social network si chiedeva se ci si potesse sedere di fronte a certi accadimenti molto gravi. In quell’occasione si è trattato della chiusura dei porti e delle conseguenti peregrinazioni di barche di dispe

IL MIELE ALLA SPINA NELL'ALVEARE URBANO

testo di Marco Corzetto Cinque occhi, 4 ali, sei zampe….non stiamo parlando di un “marziano” ma dell’insetto più studiato al mondo: l’ape. Studi che hanno permesso di vincere premi Nobel (Karl von Frisch- “la danza della api”), di scrivere migliaia di testi, girare numerosissimi film e documentari. Questo insetto, che raggiunge in volo una velocità di 25 km/h e si allontana dalla propria casetta fino a 3 km, una distanza enorme viste le sue dimensioni (ma il maschio fa ancora di più spostandosi a 14 km per trovare una femmina con la quale accoppiarsi), da sempre affascina l’uomo. Vive all’interno di una società democraticamente governata da una “monarca”, la regina, pronta ad essere “sacrifi

Ultimi
post

CATEGORIE

ULTIMI POST

DATA

  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle

© 2107 Pieni di giorni

 Ci riserviamo il diritto di cancellare ogni commento che riteniamo inopportuno se non addirittura offensivo dichiarando fin d’ora che non ci riteniamo responsabili di affermazioni lesive nei confronti di terzi.