di Donata Bonometti
EVENTI
museo arte quadri
cane gatto animali
diritti umani persone

NOI COSÌ

FESTA DI COMPLEANNO PER IL CENACOLO DI SATURA

testo di Donata Bonometti Era il 1992, anno delle Colombiadi, quando il progetto del Porto Antico di Renzo Piano ridava a Genova il suo mare. Scattava, così, il recupero della città e i genovesi riscoprivano il loro immenso patrimonio architettonico ed artistico. Nasce l'idea di creare un polo che valorizzasse, attraverso la cultura, il cuore della città: il suo centro storico, quando ancora via San Lorenzo era una congestionata arteria di scorrimento e i carrugi tenevano per sé un fascino dunque ascoso. Mario Napoli, l'ideatore, il padre, ricorda, come se fosse oggi, le prime riunioni a Palazzo Stella (antica dimora dei Garaventa, citata da Maurizio Maggiani nel suo pluripremiato libro “La

LIBRI E SIGARO, DON GALLO ALL'AVANA

testo di Donatella Alfonso “Il libro è stato accolto con grande calore, la storia di don Andrea Gallo e della Comunità di San Benedetto ha suscitato grande interesse”. Franco Zunino, coordinatore ligure dell’Associazione Italia-Cuba, racconta così gli incontri avuti la scorsa settimana nell’isola caraibica, culminati nella presentazione al Festival Internazionale del Libro all’Avana, di “Cabeza arriba!” il libro di Federico Traversa che, tradotti in spagnolo, raccoglie i testi di due volumi già usciti per Chinaski, cioè Sulla strada con Don Gallo (2012) e Camminare domandando. Ultime conversazioni con Don Gallo (2014), insieme ad altri scritti del “Don” e due storie in cui si parla di Cuba.

PARCHI E CIMITERO RINGRAZIANO GLI STUDENTI-GIARDINIERI

testo di Marco Corzetto I sogni son desideri anche per gli insegnanti…..Mi domandi “perché l’ho fatto?”“Perché non farlo?” rispondo! Quando la nostalgia si fa più piu forte chiudo gli occhi e rivivo la mia infanzia : in bicicletta attorno al laghetto dei cigni all'Acquasola, a Villetta Di Negro che ritrovo con le sue aiuole perfettamente curate e la cascata d’acqua che mi bagna il viso. Poi mi trasferisco e percorro il tripudio di mille colori dei fiori di Viale Brigata Partigiane, e ancora a Nervi a correre nei vialetti che costeggiano i verdi e lussureggianti prati……per alcuni istanti, ad occhi chiusi, torno con i ricordi a riassaporare una meravigliosa città in verde .Che amava e curav

TEATRO DI-LETTO:PER INSCENARE LA VITA CHE SE NE VA

testo di Stefano Villa Le note della chitarra accompagnano La Luce dell’Est, una delle canzoni di Lucio Battisti che ha amato di più, poi la stanza di Luisa, nell’hospice della Gigi Ghirotti a Bolzaneto, si riempie dell’intensità dei ricordi, pensieri e sentimenti di tutta una vita. Un testamento emozionale pieno di amore e gioia di vivere, declinato come lei desiderava in una toccante ode poetica. Ascoltandola dal suo letto Luisa tiene la mano al marito, poi abbraccia con lo sguardo il figlio, applaude e si commuove. Succede a tutti in quella stanza, dai familiari ai medici, dagli artisti agli operatori ai volontari quando lei riesce a sollevarsi sul letto e dice “è stata una gioia immensa,

ROSANNA,NEL POLMONE D'ACCIAIO

testo di Luciano Seddaiu Chi era Rosanna Benzi? Per i pochi che non la conoscono ecco la sintesi della storia di una strepitosa giovane donna, travolta dal vizio di vivere. Nel marzo del 1962, Rosanna Benzi, una quattordicenne della provincia di Alessandria, fu colpita dalla poliomielite in una delle sue forme più gravi, la bulbo-spinale. La malattia le causò una tetraplegia e una grave insufficienza respiratoria, che nel giro di poche ore la rinchiuse in un polmone di acciaio. Per sempre. E la sua stanza nell'ospedale genovese di San Martino, dove lei vivrà, dentro questo tubo che respirava per lei , per quasi trent'anni, diventa l'epicentro di iniziative, progetti, proposte, con un andi

MECENATE ANCHE PER CINQUE EURO

testo di Donata Bonometti Si possono adottare le opere d'arte per sottrarle all'abbandono? Si può diventare genitori di piccoli o grandi capolavori che si annidano nel nostro patrimonio genetico? Inutile lamentarsi del degrado se poi siamo i primi ad osservare una scultura, un affresco, un manufatto artistico che non godono buona salute, e giriamo lo sguardo da un' altra parte. Ma non succede sempre cosi. L'etica si veste da estetica, i cittadini vogliono ritrovare la bellezza per approfittarne, mettendoci del loro. Cosi vi raccontiamo due piccole storie di generosità civica che stanno andando a buon fine. È un capolavoro unico il pallio bizantino di San Lorenzo, conservato nel museo di Sant

LA MIA NONNA CHE SI E' PERSA

testo di Piera Torselli Nella primavera scorsa c'era stato, Giorgio Soffiantini a raccontare alla platea di Cream Cafè cosa vuol dire vivere vicino alla moglie malata, assisterla per dieci anni, annotando giorno dopo giorno lo smarrimento, la paura, i crolli, i silenzi, le assenze. E la forza. Scrivendo un diario che oggi è un libro dal titolo "Alois Alzheimer e Chiara. La nonna che non c’è”. Qualche mese dopo ecco presentarsi Jole Martelli con il suo libretto carico di anni di vita dal titolo "Parlami ancora", storia di un felicità coniugale lungo quarant'anni... e che si chiude con l'addio al un marito che non riconosce piu, ma riesce sempre a chiedere amore fino all'ultimo, sapendo che

VITA DI PRINCE NELLA RIACE GENOVESE

testo di Donata Bonometti Pensavo ad un passo dell'Iliade uscendo da casa per andare ai funerali di Prince Jerry, giovane nigeriano, in Italia da piu di due anni, ospite della Comunità Migrantes di Genova, morto suicida tra i binari della stazione di Tortona, portando con sè la desolazione atroce per il mancato rinnovo del permesso di soggiorno, della protezione internazionale e per la fine di un riscatto .Ancor piu di un sogno,. Pensavo a quel brano dove Priamo, disfatto dal dolore, narra di Giove che ha sulla soglia due vasi da cui pesca il male e il bene, le fortune e le sventure, e le lancia sulla terra, con maligna indifferenza per la destinazione di quello spargimento. Pensavo che P

Ultimi
post

CATEGORIE

ULTIMI POST

DATA

  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle

© 2107 Pieni di giorni

 Ci riserviamo il diritto di cancellare ogni commento che riteniamo inopportuno se non addirittura offensivo dichiarando fin d’ora che non ci riteniamo responsabili di affermazioni lesive nei confronti di terzi.