di Donata Bonometti
EVENTI
museo arte quadri
cane gatto animali
diritti umani persone

NOI COSÌ

NELLA VILLA DI UN GENIO DELLA RISATA

testo di Donata Bonometti Non è una buona pratica no, permettere che una villa liberty con annesso magnifico parco, dimora del piu grande clown del secolo scorso, dove ha lasciato l'eredità delle sue geniali stravaganze, sia aperta al pubblico solo tre ore nel pomeriggio di ogni lunedi. Non è una medaglia da appuntare al mondo della cultura il fatto che questo museo della intelligenza, tradotta in risata, stia per essere affidata ad un privato dalla proprietaria, l'istituzione pubblica la Provincia di Imperia, perchè è in via di smantellamento e non sa piu che farne. Non si sa piu come gestire un tesoro, per il quale basta un pò di fantasia, perchè per il resto qui ce ne è in abbondanza. Pe

FOCACCIA E DUE RUOTE PER EVADERE

testo di Stefano Villa La farina per il pane, il cotone per le magliette, il metallo e la gomma delle biciclette. Non sono le prime cose che s’immaginano di un carcere, però nella Casa Circondariale di Marassi a Genova per molte persone recluse sono materia fondamentale, come La chiave a stella di Primo Levi, del valore e della dignità del lavoro. Sono un centinaio i detenuti impegnati nelle attività lavorative e tanti altri frequentano i corsi scolastici interni per qualifiche e diplomi. La capienza regolamentare a Marassi sarebbe di 546 persone, ma a metà novembre dietro le sue mura ce n’erano 734 . Del resto tutti gli istituti detentivi in Italia hanno problemi molto seri di sovraffollame

FAI LA COSA GIUSTA IN VIA VENTI E A DEFFE

Sarà un itinerario storico e artistico alla riscoperta di Piazza De Ferrari, la “piazza dei genovesi”, il fulcro della ventisettesima edizione delle Giornate FAI di Primavera a Genova, sabato 23 e domenica 24 marzo. La Delegazione FAI di Genova propone infatti un percorso nel cuore della città, che parte idealmente dalla sede della Regione Liguria, che patrocina l’evento, e si snoda attraverso Palazzo Doria De Ferrari Galliera e l’Accademia Ligustica di Belle Arti, per arrivare all’inizio di Via XX Settembre, con una speciale visita all’Hotel Bristol Palace, dedicata agli Iscritti FAI. Come in un viaggio nel passato, i volontari del FAI di Genova e del FAI Giovani Genova accompagneranno così

TUTTI A SCUOLA IN BICI O A PEDIBUS

testo di Donata Bonometti Ci scrive il preside genovese Marco Adezati, diventato virale alcuni giorni fa, quando si è fatto riprendere dal Secolo XIX mentre utilizza la bicicletta come suo abituale mezzo di trasporto"Dopo Greta, tutti a scuola in bicicletta!Dopo aver incontrato migliaia di giovani e giovanissimi nella manifestazione di venerdì 15 marzo possiamo dirlo: qualcosa forse si muove, in questa città di vecchietti! Neanche una settimana dopo, ecco un'altra iniziativa di chi cerca di rendere il mondo un po' più respirabile: giovedì 21 (ma guarda, inizia la primavera!) sarà la 5^ giornata nazionale "Tutti a scuola a piedi o in bicicletta" .Un bel po' di gente, grandi e piccini, si ritr

NEL GIARDINO FATATO DEGLI ELLEBORI

testo di Donata Bonometti Non è indispensabile essere bambini, per lasciarsi catturare dallo stupore che regala un giardino antico, un hortus conclusus come si dice se cintato da muri di pietre a secco, un luogo dove pacificamente convivono fichi e cavoli, vite e rose, succulente e iris, mimose e pruni, salvie e acquilegie. Giardino dove i progenitori delle attuali proprietarie , le sorelle Anna e Carla Barbaglia,hanno piantato nella terra qualcosa di loro, come se di un testamento a cielo aperto si trattasse. E fin qui sentimenti di felice spaesamento, via dalla pazza folla che invade Pietra Ligure d'estate e a volte d'inverno.. Ma in questo giardino c'è qualcosa in piu di una condizion

DUE PADRI CONTRO LA BABY ANORESSIA

testo di Donata Bonometti Due padri, Stefano e Alessandro. Le figlie, malate di bulimia e anoressia, sono state il centro pulsante della loro vita. Stefano ha perso la figlia, 17 anni, studentessa di liceo. Alessandro l'ha ritrovata, ora è una giovane donna sposata e mamma. Stefano e Alessandro, lavorando in sintonia, animano due associazioni che si occupano di disturbi alimentari, anoressia, bulimia e alimentazione incontrollata. In Liguria, ma non solo. Stefano Tavilla: «Non può, non deve capitare ad altri. La morte di mia figlia deve servire a tutte le famiglie che vivono il dramma di vedere chi ami che lentamente si spegne, non ride più, non mangia e vomita. Non accetta di farsi curar

SE IL LAVORO È UN ABITO USATO

testo di Donata Bonometti Il negozio Ciacchi nasce una trentina di anni fa in locali medievali di via della Postavecchia nel centro storico di Genova, nel “ventre” di Genova. Una delle numerose, geniali idee di don Andrea Gallo .Che era, in tutto, un precursore. Oggi i negozi di abbigliamento usato fioriscono come gli alberi a primavera, ma allora Ciacchi era forse l’unico. E nasceva già con uno stile ben preciso che ha portato avanti fino a oggi: prezzi molto ma molto contenuti per rivolgersi a ogni tipo di clientela, quella del centro storico anche ma non solo, mentre quasi tutti i negozi di vintage oramai sono boutique. E poi Ciacchi fa parte della cooperativa di tipo B che si chiama La

AGRICOLTORI MOLTO SPECIALI NELLA PIANA BIO

testo di Donata Bonometti Adesso la terra è spoglia. E' quasi esaurita la generosità invernale di cavoli e carciofi, mentre a breve pomodori fagiolini insalate di ogni tipo melanzane e peperoni faranno il loro smagliante ingresso estivo. Nell'Orto Sociale di Albenga. Da poco incluso nell Azienda Agricola sociale Villa Poggi . Nell'Orto ci sono i prodotti che la terra offre per la nostra tavola. Nell'Azienda Agricola Sociale, in zona Ceriale, la prima riconosciuta in Liguria e accreditata dalla Regione, ci sono due ettari di piante aromatiche e due di basilico da taglio.. 45 mila metri quadrati di coltivazione, in serra e non. Una ventina di persone con una disabilità mentale seria, dai 16

Ultimi
post

CATEGORIE

ULTIMI POST

DATA

  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle

© 2107 Pieni di giorni

 Ci riserviamo il diritto di cancellare ogni commento che riteniamo inopportuno se non addirittura offensivo dichiarando fin d’ora che non ci riteniamo responsabili di affermazioni lesive nei confronti di terzi.