di Donata Bonometti
EVENTI
museo arte quadri
cane gatto animali
diritti umani persone

NOI COSÌ

GIORNALISTI IN CARCERE. PER IMPARARE

Testo di Marcello Zinola L'Ordine dei giornalisti della Liguria, da quattro anni e senza troppo clamore, svolge attività nelle carceri genovesi, con corsi paralleli e di supporto per i detenuti e detenuti che seguono percorsi scolastici, di attualità e giornalismo sui diritti e doveri in applicazione della Carta di Milano. Ecco dunque l'occasione di un seminario dal titolo "Carcere, parole che liberano", per l'intera giornata del 4 giugno, che rappresenta anche l'ufficializzazione di un lavoro appunto svolto senza troppe luci della ribalta .Il seminario vedrà al mattino i contributi dei protagonisti del lavoro in carcere, professionalizzati e volontari, nei diversi ruoli sociali, di sorvegli

FUORI DALLE AULE, LA SCUOLA DIFFUSA

testo di Ester Manitto La città, le sue eccellenze e le sue periferie che diventano aule, spazi e luoghi di apprendimento. È “La scuola diffusa”, attraverso percorsi educativi, esplorativi, che siano occasione concreta di aggregazione e di scambio, per trasformare nel più efficace dei modi, attraverso piccole azioni socio culturali, la percezione della città e del paesaggio. “La scuola diffusa” è un progetto pilota, un nuovo modello di scuola prevalentemente fuori dalle aule, perché l’apprendimento permanente è la vera risorsa, perché non bisognerebbe mai cessare di aver desiderio di imparare, la città dovrebbe offrirsi proprio come una scuola a cielo aperto per tutti, sempre: come una grand

VA' DOVE TI PORTA IL MULO

testo di Francesco La Spina Passo dopo passo ho imparato, nel corso degli anni, ad apprezzare qualunque tracciato, anche il più apparentemente noioso, umido o fangoso, chiuso nel bosco.... Sono rimasto sempre affascinato dagli itinerari montani, con la costante curiosità di prendere una cartina e di ritrovare il tracciato, seguirne le curve di livello, leggere i nomi geografici, individuare i nuclei abitativi. Immergermi in questa realtà storica e culturale, che ogni volta vedo dimenticata o disprezzata (nei sentieri mal curati, nei segnavia sbiaditi, nella cartellonistica abbandonata agli eventi) mi fa provare dispiacere, come se perdessi qualcosa di prezioso. Esagerazioni? ..... un sentie

PER SEMPRE TRAFFICANTI DI SOGNI CON IL GALLO

testo di Donata Bonometti Ancora fatichiamo a crederci ma sono sei anni che don Andrea Gallo ci ha lasciato. Poco prima del tramonto del 22 maggio, nella canonica della Comunità di San Benedetto, nel letto dello studio al primo piano dove tutto è rimasto come era, la lavagna con le sue scritte, la foto della sua mamma, la croce costruita con gli stuzzicadenti e regalata dai detenuti, i libri, i paramenti sacri, il portapenne, la finestra spalancata sul mare che oggi è autostrada di smisurate navi da crociera ma anche tomba di sventurati che avrebbero voluto raggiungere una cosiddetta terra promessa. Tutti noi che lo abbiamo conosciuto personalmente, ne abbiamo colto da vicino le veementi p

NOI CHE COMBATTEMMO L'ORRORE DEI MANICOMI

testo di Natale Calderaro, psichiatra Nel giorno in cui ricorrevano i 40 anni della legge 180, il 13 maggio 2018, veniva pubblicato e presentato al Salone del Libro di Torino “All’ombra dei ciliegi giapponesi. Gorizia 1961” di Antonio Slavich, primo allievo di Franco Basaglia, Direttore dell’Ospedale Psichiatrico di Genova Quarto dal 1978 al 1994. Coincidenza non casuale e di forte valenza simbolica. Perchè, se il cambio di paradigma che la nuova legislazione realizzava nella rappresentazione sociale e culturale della follia (non più “pericolosi a sé e agli altri”, come recitava la vecchia legge del 1904, ma soggetti con uguale diritto di cittadinanza), non vi è dubbio che questo muta

GAME OVER, LA RIVOLUZIONE DEI POVERI

Mario Muda , giornalista ed esperto di digitale e comunicazione, e Marcello Campora, architetto e fotografo, hanno dato vita ad un sito che si intitola Game Over dedicato alle persone che vivono l'esperienza della perdita del lavoro e lo scivolamento verso la povertà. Gli autori del sito raccontano essi stessi questo lavoro che è di fatto una serie di interviste che li ha coinvolti e in alcuni momenti sconvolti "Numeri, cifre, dati. Le macro categorie di una disfatta economica vengono raccontate da media, forze politiche, saggi tecnici con indicazioni generiche e multipli come le forze di un esercito o le proporzioni di una catastrofe.La disoccupazione e la povertà hanno un aspetto vistoso,

TRA CANYON E CASCINE ENTROTERRA DA AMARE

testo di Donata Bonometti Superi il paese di Rossiglione, arrivi a ridosso di un campo sportivo con parcheggione, e intuisci un sentiero. Lo prendi, meglio ti prende per mano e ti porta subito fuori da ogni traccia urbana, in un boschetto di lecci e castagni querci e noccioli dove appare e scompare un corso d'acqua infossato, con pozze pulitissime riflettenti i colori di quella stagione in quel momento. Cosi ti ci affacci dallo strapiombo per rintracciare la perfezione. Alzi gli occhi ed eccoli: massicci con un po di coraggiosa erica, dal profilo scomposto, qui il torrente Gargassa ha scavato poi la sua strada manipolando le rocce, creando le ripide parenti del canyon inciso nei conglomerati

Ultimi
post

CATEGORIE

ULTIMI POST

DATA

  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle

© 2107 Pieni di giorni

 Ci riserviamo il diritto di cancellare ogni commento che riteniamo inopportuno se non addirittura offensivo dichiarando fin d’ora che non ci riteniamo responsabili di affermazioni lesive nei confronti di terzi.