di Donata Bonometti
EVENTI
museo arte quadri
cane gatto animali
diritti umani persone

NOI COSÌ

"IL NOSTRO CIAO PER UN ADDIO MANCATO"

testo di Emanuela Pericu L’idea è nata una sera, di getto. Dopo l’ennesimo bollettino Covid. Per mesi un appuntamento fisso per noi giornalisti. Oggi 7 decessi, ieri 5, l’altro giorno 4. Uomo 87 enne San Martino, donna 89 anni al Galliera, donna 92anni al Villa Scassi. Età, sesso e luogo di morte. Tutto qui. Ma chi erano queste persone, i loro volti, i loro sguardi, i loro sogni, non si è mai saputo. Le loro storie non sono mai finite, in quei giorni, sui giornali, il numero dellecvittime era troppo elevato per poterle raccontarle quotidianamente, ad una ad una. E cosi sono rimasti numeri. “Non è giusto” pensavo mentre leggevo l’ultimo bollettino. Sentivo che mancava qualcosa. Queste per

EMILIA, OFELIA E LE ALTRE. IL CO-HOUSING TERZA ETA'

testo di Mario Calbi per "Oltre il Giardino" Circolo di Studi sul Lavoro Sociale Fra i luoghi in cui il contagio ha colpito di più e peggio, ricordiamolo, ci sono stati gli istituti per anziani. Le cause sono note e negli ultimi tempi si parla anche di attuare dei rimedi, ma chi è morto è morto. Ora tuttavia si dice che verranno messi a disposizione finanziamenti che finora erano mancati e si fa assolutamente necessario cambiare il modo di assistere le persone anziane e non autosufficienti. Cittadini e amministrazioni pubbliche hanno memorie straordinariamente corte o forse hanno avuto interesse a favorire le soluzioni che si sono poi rivelate disastrose nel caso della pandemia. Memoria

IL PRIMO RESPIRO IN CIMA AL ROSA

testo di Ilaria Pietropaolo Immaginate di arrivare sulla cima del Monte Rosa, di averla guadagnata un passo dopo l’altro con fatica e allenamento. Siete lì, posate lo zaino, vi godete il panorama. E respirate. Ora immaginate di essere una persona con fibrosi cistica che, dopo tanta sofferenza, arriva lassù, con i polmoni nuovi dopo aver affrontato un trapianto. Qual è il valore di quel respiro? Valeria Lusztig, 45 anni a settembre, emiliana, (nella foto a sinistra, con me) è nata con la fibrosi cistica e nel 2017 ha affrontato un trapianto bipolmonare. È lei stessa a raccontare la genesi del progetto "Guardami adesso" e il perché della scelta di quel nome: «Guardami adesso è volutamente arr

LA FLOTTA DI VELE DAGLI SCARTI DEL BOSCO E DEL MARE

testo di Donata Bonometti "L'amore per il legno nasce da bambino con i trastulli quotidiani fino al tramonto nel deposito di legnami dello zio Ermanno. La passione continua dopo il percorso lavorativo, quando va in pensione insomma. E le suggestioni nascono dal ricordo di regate giovanili o dal miraggio delle tall ship E nelle lunghe sere legnetti trovati in spiaggia, o dove i fiumi incontrano il mare, prendono le forme dell 'immaginario e diventano barche con vele gonfie pronte a salpare. I gabbiani seguono la rotta accompagnando il viaggio con ali di fantasia. Fantasia che fa scalo sui porti della solidarietà, della vicinanza alla sofferenza, come l'Associazione Gigi

NEL RIFUGIO 300 ANNI DI STORIA E UN GESTORE RAGAZZO

testo di Stefano Villa Due secoli fa al suo posto c’era un ex soldato di Napoleone, Giacomo Clerino che custodì il Rifugio Ospizio Sottile dal 1833 al 1856. Simone Polenghi, 23 anni,è il nuovo rifugista della storica struttura a 2.480 metri sul Colle Valdobbia che conosce e ama le montagne sin da bambino. A riaprire il Rifugio fra la Val Vogna piemontese e quella valdostana di Gressoney - rimasto chiuso nel 2019 -questo ragazzo della provincia di Lodi che studia chimica industriale è arrivato aggiudicandosi il bando per la gestione del Comune di Alagna Valsesia, proprietario dell’Ospizio Sottile. “La comunicazione ufficiale – racconta - mi è arrivata a marzo, in piena emergenza per la pan

Ultimi
post

CATEGORIE

ULTIMI POST

DATA

  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle

© 2107 Pieni di giorni

 Ci riserviamo il diritto di cancellare ogni commento che riteniamo inopportuno se non addirittura offensivo dichiarando fin d’ora che non ci riteniamo responsabili di affermazioni lesive nei confronti di terzi.