Please reload

Please reload

Please reload

DONNE DEL SUQ E UN PO' PARTIGIANE

 

“Mi spiace non essere qui e iniziare nel solito modo. Sono il numero A 5384 di Auschwitz-Birkenau… Le parole sono sempre le stesse, ma oggi risuonano con la forza di milioni di persone che parlare non possono più. Che Dio vi benedica e vi aiuti a non dimenticare mai”. (Liana Millu, 27 gennaio 2005). Nel suo biglietto scritto dal letto dell’Ospedale di San Martino, e inviato all’ANPI pochi giorni prima di morire (il 6 febbraio 2005) Liana Millu lancia un messaggio che non si può trascurare: senza memoria non c’è futuro. Ora più che mai occorre prendere in carico la responsabilità della testimonianza, ed è quello che Donne coraggio tra Shoah e Resistenza si propone. 

Ecco dunque che il Suq rende omaggio a Liana Millu, nell’ambito delle iniziative del Giorno della Memoria 2018.

Domenica 25 febbraio, a Genova, a partire dalle ore 17.30, a Palazzo Ducale - Sala Munizioniere, la Compagnia del Suq presenta Donne coraggio tra shoah e resistenza , un reading teatrale, preceduto da un incontro,  in omaggio a Liana  Millu, italiana di origini ebraiche,  partigiana e sopravvissuta alla deportazione ad Auschwitz- Birkenau. L’iniziativa che chiude la rassegna di eventi intorno al Giorno della Memoria 2018 è realizzata in collaborazione con ANED Genova, Comunità Ebraica di Genova, Istituto Ligure per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea, Fondazione Palazzo Ducale ; e con il patrocinio e il contributo del Consiglio regionale - Assemblea legislativa della Liguria.

L’incontro vede la partecipazione di Fernanda Contri  già Vice Presidente Corte Costituzionale, Gilberto Salmoni Presidente ANED Genova e Roberto Pettinaroli  giornalista del Secolo XIX  e autore di Campo di Betulle (Ed. Giuntina) che contiene l’ultima lunga intervista da lui fatta a Liana Millu. Precedono l’incontro i saluti  istituzionali di Ariel Dello Strologo, presidente della Comunità Ebraica di Genova, e di Giacomo Ronzitti, Presidente ILSREC

Il reading vede protagoniste l’attrice Carla Peirolero, che  ha curato anche la regia, la musicista  Patrizia Merciari (fisarmonica)  e la giovane cantante Maria Giulia Mensa.

Canzoni e musiche si alternano  a brani  toccanti dai libri di Liana Millu, ma anche di altre autrici, tra cui Belle Ciao di Tina Anselmi, prima Ministro donna e partigiana a 16 anni, e Lessico famigliare di Natalia Ginzburg, ebrea per parte di padre e attiva nella Resistenza, voce tra le più alte della nostra letteratura del ‘900.Come scrive la Ginzburg “La memoria è solo un'architettura, una rete di ricordi. E appunto, come una rete, è fatta di buchi, di varchi, dove l'immaginazione s'infila..”(Natalia Ginzburg da Lessico famigliare). Nel trasmettere la memoria permettiamo non solo a noi di rievocare ma ai più giovani di partecipare emotivamente facendo lavorare la loro immaginazione.

 

Liana Millu, è stata una testimone straordinaria di tempi bui della nostra storia, nel suo caso una doppia testimonianza, quella di ebrea genovese deportata e di membro attivo della Resistenza nell’organizzazione “Otto”.

Era capace di raccontarsi e raccontare i giorni tremendi della deportazione anche a bambini e ragazzi nei suoi tanti incontri nelle Scuole. In queste occasioni, riusciva sempre a sorridere e a far sorridere, a non rinunciare mai a comunicare la bellezza e la forza della vita, che per lei, nel Lager, era anche quel filo d’erba a cui ogni giorno, camminando tra le baracche verso i lavori forzati, lanciava uno sguardo, cercando una promessa di vita. Per chi l’ha conosciuta e frequentata, Liana Millu rappresenta un faro, un simbolo di integrità, coerenza, coraggio. Carla Peirolero si è trovata insieme a lei, più volte, nelle classi o in incontri pubblici, ha intessuto un’amicizia che è puntellata da ricordi e impressioni indelebili. Nel preparare il Reading teatrale si è fatta guidare da questi ricordi personali, ritrovando brani letti insieme a Liana Millu, altri usciti postumi, come Campo di betulle.

Nellla foto tratta da facebook un gruppo di donne di Suq Genova insieme a Carla Peirolero

.L’ingresso è libero e aperto a tutti.
Info: Suq Festival e Teatro – tel. 329 20 54 579  – teatro@suqgenova.it  - www.suqgenova.it

Info stampa: Carla Peirolero – 347 7608145 – peirolero@suqgenova.it

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

ARCHIVE
RECENT POSTS
SEARCH BY TAGS
  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle

© 2107 Pieni di giorni

 Ci riserviamo il diritto di cancellare ogni commento che riteniamo inopportuno se non addirittura offensivo dichiarando fin d’ora che non ci riteniamo responsabili di affermazioni lesive nei confronti di terzi.