FAI LA COSA GIUSTA NEL CASTELLO


testo di Andrea Barsanti

Dopo “il mito dell’architettura moderna” affrontato gli scorsi 24 e 25 marzo, i volontari del Fai - Fondo Ambiente Italiano - sono pronti ad accompagnare nuovamente migliaia di curiosi alla scoperta delle bellezze del nostro paese con la Giornata d’Autunno.

L’appuntamento, rigorosamente gratuito e a offerta libera (il contributo suggerito è di 3 euro), è per domenica 14 ottobre, una giornata che i volontari del Fai Giovani Genova hanno deciso di dedicare alle“Meraviglie del Genovesato”, con un itinerario storico-artistico che si snoda tra San Cipriano e Serra Riccò.

Le giornate Fai d’autunno si spostano dunque dalla città all’entroterra, anche alla luce del momento di difficoltà che Genova, e la Valpolcevera in particolare, stanno affrontando dopo il crollo di ponte Morandi: «La delegazione Fai vuole contribuire a puntare i riflettori su una valle ricca di storia, arte e tradizioni - hanno spiegato i volontari - sperando di regalare una giornata di festa ai suoi abitanti e ai visitatori, e di dare un piccolo contributo al suo riscatto». Proprio per evitare problemi di traffico, il Comune di Serra Riccò metterà a disposizione due navette che ogni 30 minuti circa e per tutta la giornata accompagneranno volontari e visitatori dalla stazione ferroviaria di Pontedecimo alla piazza di San Cipriano.

Quattro i monumenti solitamente chiusi al pubblico che apriranno i battenti per accogliere guide e visitatori e svelare tutti i loro segreti: l’itinerario partirà dalla Chiesa parrocchiale dei SS. Cornelio e Cipriano, databile secondo la tradizione al IX secolo, dove sarà possibile ammirare il grande polittico raffigurante “I Santi Cornelio e Cipriano”, realizzato intorno al 1545 da Giovanni Cambiaso e dal giovane e noto figlio Luca.

Si proseguirà quindi verso il Castello Parodi, edificio in stile neomedievale che domina le valli del Secca e del Verde, sino al Monastero della Santissima Annunziata e Incarnazione, che ospita le Monache Annunziate Celesti, dette anche Monache Turchine per il colore del mantello, ordine religioso fondato dalla genovese Beata Giovanna Maria Vittoria de Fornari Strata (1562-1617). Ultima tappa la Cappella di San Michele di Castrofino, che alle 16 ospiterà il concerto per pianoforte sulle musiche di Luca Brignole.

L’itinerario genovese della Giornata Fai d’Autunno è stato svelato nel corso della conferenza stampa nazionale, dopo settimane in cui i volontari hanno esplorato l’entroterra alla ricerca delle tappe migliori. All’evento aderiscono oltre 250 città italiane, per un totale di 660 luoghi da scoprire in tutte le regioni e 3.800 giovani volontari impegnati in 150 itinerari a tema: dai palazzi nobiliari alle chiese, dai castelli alle aree archeologiche passando per architetture industriali, botteghe artigiane, musei, fari e interi quartieri e borghi, questo autunno saranno i giovani a fare da ciceroni, accompagnando i visitatori con entusiasmo e schiacciando l’occhio ai social.

Nei giorni scorsi, infatti, i giovani del Fai genovese hanno lanciato uno speciale contest fotografico: basta scattare una fotografia dei propri luoghi “autunnali” preferiti e condividerli sui social con i tag #giornatefai, #faiautunnoincittà, #igersitalia e @fondoambiente per partecipare, il vincitore si aggiudicherà una GoPro Hero6.

Per l’elenco completo delle aperture Fai è possibile consultare il sito www.giornatefai.it, di seguito il programma delle visite, l’iscrizione è possibile direttamente sul posto:

- Chiesa parrocchiale dei SS. Cornelio e Cipriano

Dalle 11.30 alle 15.30, ultimo ingresso alle 16.00.

- Castello Parodi

Dalle 10.30 alle 18.00, ultimo ingresso alle 17.30.

- Monastero della Santissima Annunziata e Incarnazione

Dalle 10.30 alle 18.00, ultimo ingresso alle 17.30.

Ingresso riservato agli iscritti FAI.

- Cappella di San Michele di Castrofino

Dalle 10.30 alle 18.00, ultimo ingresso alle 17.30.

L'articolo di Andrea Barsanti sulla prima pagina on line de Il Secolo XIX

© Riproduzione riservata

ARCHIVE
RECENT POSTS
SEARCH BY TAGS
  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle

© 2107 Pieni di giorni

 Ci riserviamo il diritto di cancellare ogni commento che riteniamo inopportuno se non addirittura offensivo dichiarando fin d’ora che non ci riteniamo responsabili di affermazioni lesive nei confronti di terzi.